I 12 migliori strumenti SEO per eCommerce

Traffico gratuito: Visite per le quali non devi pagare.

È questo il grande vantaggio del posizionamento SEO rispetto ad altre strategie come la pubblicità (traffico pagato) nonché la ragione principale per cui costituisce uno dei modi più redditizi di attrarre traffico.

Ma, affinché la tua strategia SEO funzioni e il tuo eCommerce si posizioni bene su Google, hai bisogno di determinati strumenti. 

Strumenti come quelli che abbiamo incluso in questo post. 

Che ne dici di conoscere i tuoi nuovi compagni di SEO? 😉

👉 I 12 migliori strumenti SEO per eCommerce

Una strategia di posizionamento è costituita da varie fasi. E, a seconda della fase in cui ti trovi, avrai bisogno di usare un determinato tipo di strumento SEO.

Ecco perché abbiamo diviso questa lista in 4 categorie principali:

  1. Motori di ricerca per parole chiave.
  2. Plugin SEO.
  3. Strumenti per analizzare l’esperienza utente.
  4. Strumenti analitici.

Iniziamo con la prima categoria.

✅ Motori di ricerca per parole chiave

Le parole chiave o keyword (cioè i termini che un utente inserisce su Google per effettuare una ricerca) possono essere definite come i “mattoni del SEO”.

Per progettare una strategia di posizionamento solida, capace di portarti molte visite e clienti, il primo passo da compiere è quello di scegliere le parole chiave giuste.

Ovvero devi sapere:

  • Quali termini hanno il maggior numero di ricerche mensili.
  • Quali di questi possono portarti traffico qualificato (cioè visite che potrebbero essere realmente interessate ai tuoi prodotti).

Per questo, esistono degli strumenti di keyword research, altrimenti detti strumenti di ricerca per parole chiave.

Questi sono alcuni dei più interessanti.

➡️ 1. Strumento di pianificazione delle parole chiave

Lo strumento di pianificazione delle parole chiave è una delle funzionalità incluse in  Google Ads (la piattaforma di annunci di Google).

Il suo funzionamento è molto semplice: basta inserire uno o più termini relativi alla tua attività e lo strumento ti darà degli esempi di keyword correlate.

Per esempio, se vendi scarpe online, basta digitare “Scarpe con tacco” nel motore di ricerca e lo strumento restituirà tutti questi risultati:

herramientas seo para ecommerce

L’unico problema è che, se non hai una campagna pubblicitaria attiva,lo strumento di pianificazione non ti darà le ricerche esatte, ma una gamma molto ampia di possibilità (come vedi nell’immagine).

Ma se hai degli annunci su:

  • La rete di ricerca.
  • La rete Display.
  • Google Shopping.
  • YouTube.

Non avrai questo tipo di problema. 

➡️ 2. KWFinder (Mangools)

Mangools è una suite di strumenti specializzata in parole chiave.

Include:

  • KWFinder: per realizzare delle keyword reasearch. Inserisci un termine e lo strumento ti dirà quante sono le sue ricerche mensili. Inoltre, ti fornirà anche esempi di parole chiave correlate, long tail e keyword formulate sotto forma di domanda (un’opzione molto interessante per quanto riguarda la SEO nella voice search).
  • SERPWatcher: ti dice che posizione occupa il tuo sito web nei risultati di ricerca. Come minimo, dovrebbe essere nelle prime 10 posizioni (la prima pagina di Google), ma l’ideale sarebbe che si trovi nelle prime 3, poiché sono quelle che ricevono più click.
  • SERPChecker: questo strumento esegue un’analisi SEO dei siti web che appaiono nelle prime posizioni di Google. In questo modo potrai trovare degli spunti che ti aiuteranno a superare i tuoi concorrenti.
  • SiteProfiler: per eseguire un SEO audit di un dominio.

Mangools è una suite a pagamento. Va detto però che, a livello di parole chiave, ci sono pochi strumenti che possono eguagliarlo.

➡️ 3. Google Trends

Questo strumento è un po’ speciale…

Google Trends mostra l’evoluzione delle ricerche per una determinata parola chiave: ovvero se, nel corso del tempo, stanno aumentando o diminuendo.

mejores herramientas seo ecommerce

Come puoi usufruire di questo strumento?

Per esempio, immagina di avere un eCommerce di moda e di voler includere nel tuo catalogo un nuovo marchio. Tuttavia, sei indeciso tra due possibili marche.

Effettui una ricerca con Google Trends e vedi che, negli ultimi 5 anni, le ricerche per la marca “A” sono diminuite, mentre quelle per la marca “B” stanno crescendo sempre di più.

Puntare sulla seconda marca ti darà indubbiamente risultati migliori a medio e lungo termine.

Questo è solo un esempio,  ma in questo post troverai un tutorial completo su come usare questo strumento e ottenere il massimo dei vantaggi.

Plugin SEO

Quando parliamo di “plugin SEO”, ci riferiamo a quei plugin che permettono di ottimizzare alcuni aspetti di un sito web che influiscono sul suo posizionamento su Google.

Scopriamo qualche opzione:

➡️ 4. Yoast SEO

Questo plugin ti permette di:

  • Ottimizzare i title e le meta description (cioè il testo che l’utente vede quando una pagina del tuo sito appare nei risultati di Google) per aumentare il CTR. Puoi farlo manualmente oppure impostando una formula predefinita. Per esempio, il title dovrebbe contenere il titolo della pagina più il nome del tuo negozio.
  • Creare reindirizzamenti 301 per correggere i link interrotti (un problema molto comune per gli eCommerce che può pregiudicare la strategia SEO).
  • Generare una sitemap del sito web, per aiutare gli algoritmi a capire com’è costruito e a posizionarlo meglio.
  • Creare breadcrumb per migliorare la navigabilità.

Attenzione: Yoast SEO è disponibile solo per WooCommerce e Shopify.

➡️ 5. SEO Expert per PrestaShop

Con questo modulo di Prestashop puoi generare automaticamente i seguenti contenuti:

  • Title.
  • Meta description.
  • URL amichevoli.

In questo modo risparmierai tempo prezioso e, in pochi click, avrai il tuo eCommerce ottimizzato per la SEO.

➡️ 6. SEO Meta Templates per Magento 2

Come suggerisce il nome,  questa estensione permette di creare dei “modelli” per compilare automaticamente i campi dei title e delle meta description delle tue categorie e schede.

Inoltre, potrai impostare vari modelli per categorie o prodotti specifici.

✅ Esperienza utente

L’esperienza utente è la percezione, positiva o negativa, che una persona ha del tuo sito web dopo averlo visitato. Si tratta di uno dei fattori SEO più importanti.

L’esperienza di un sito web può essere influenzata da vari aspetti. I più decisivi sono:

Di seguito ti presentiamo un paio di strumenti utili a raggiungere questo scopo.

➡️ 7. PageSpeed Insights

Lo strumento (gratuito) di Google per misurare la velocità di caricamento.

PageSpeed Insights analizza il tuo sito web in entrambe le sue versioni, mobile e desktop, e ti fornirà:

  • Informazioni su quanto tempo ci mette a caricare (se ci impiega più di 3 secondi, la velocità di caricamento è considerata troppo lenta).
  • Suggerimenti per ridurre il tempo di caricamento (immagini troppo pesanti, file CSS e JavaScript da comprimere, ecc.).

Inoltre, ti darà anche informazioni sui Core Web Vitals.

➡️ 8. DotCom Tools

Se hai un eCommerce che vende a livello internazionale, questo strumento fa al caso tuo.

Devi sapere che la distanza tra il server fisico che ospita il tuo sito web e il cliente influenza la velocità di caricamento.

In altre parole, se il tuo server si trova in Spagna e un utente che vive in Germania visita il tuo sito web, la pagina si caricherà molto più velocemente rispetto, ad esempio, al caso in cui l’utente viva in Argentina.

In questo caso DotCom Tools può esserti veramente utile, perché è uno strumento che analizza la velocità di caricamento del tuo sito web in diversi Paesi, allo stesso tempo. 

Nota: anche l’hosting costituisce un fattore molto importante per quanto riguarda la velocità di caricamento e la SEO. Qui troverai un elenco dei migliori hosting per il tuo eCommerce.

➡️ 9. Doofinder

Sorpreso/a?

Il motore di ricerca interno è uno strumento fondamentale per favorire la navigabilità di un eCommerce, perché aiuta gli utenti a trovare immediatamente il prodotto che gli interessa.

Ecco perché abbiamo deciso di includerlo in questa lista.

C’è solo un problema…

Molti motori di ricerca interni non rispondono alle aspettative degli utenti. Quando ciò si verifica, questi motori di ricerca non solo non aiutano a migliorare l’esperienza utente, ma possono addirittura peggiorarla.

Ecco perché non è sufficiente utilizzare il motore di ricerca predefinito che viene fornito con il tuo modello di eCommerce: in realtà, quello di cui hai bisogno è un motore di ricerca intelligente.

Uno che:

Queste funzionalità non solo favoriscono la SEO, ma anche la conversione e sono, quindi, imprescindibili. 

Per darti un’idea, gli eCommerce che usano Doofinder hanno aumentato le loro vendite dal 10 al 20%.

Se vuoi verificarlo tu stesso, clicca qui e prova gratuitamente Doofinder nel tuo negozio per 30 giorni.

✅ Strumenti analitici

Il tuo sito web è ora ottimizzato e pronto ad attrarre delle visite. E adesso?

Ora devi raccogliere dei dati per scoprire:

  • Se la tua strategia sta dando i suoi frutti.
  • Come ottimizzarla per migliorare il posizionamento del tuo negozio e attirare sempre più visite e vendite.

Vediamo insieme alcuni strumenti che ti possono aiutare.

➡️ 10. Google Analytics

Uno strumento di base, ma essenziale.

Google Analytics ti dà informazioni globali su vari aspetti che influenzano la SEO, come ad esempio:

  • Quante visite ricevi.
  • Da dove provengono (ricerche organiche, pubblicità, social network, ecc.).
  • Quanto tempo gli utenti trascorrono navigando sul sito web.
  • Quali pagine visitano e in quale ordine.

Se non conosci bene questo strumento, ti consigliamo di dare un’occhiata a questo post dove ti spieghiamo come utilizzare Google Analytics 4 (la versione più aggiornata).

Ricorda di combinare queste funzionalità con il prossimo strumento della lista…

➡️ 11. Google Search Console

Tuttavia, ci sono cose che Analytics non può fare.

E, per colmare queste lacune, entra in gioco Google Search Console, lo strumento di Google per i webmaster che ti offre informazioni come:

  • Quali sono le keyword che determinano il posizionamento del tuo sito web e che posizione occupa quest’ultimo nei risultati di ricerca.
  • Il CTR.
  • Problemi con la versione responsive del tuo sito web.

Inoltre, puoi anche usare Search Console per inviare a Google la sitemap che hai generato con il tuo plugin SEO.

Qui troverai un tutorial su questo strumento.

➡️ 12. Semrush

Una delle piattaforme di marketing digitale più potente che ci sia.

Semrush è in grado di raccogliere praticamente tutte le informazioni necessarie sulla strategia SEO di un sito web:

  • Evoluzione del traffico.
  • Parole chiave posizionate.
  • Ranking posizioni.
  • Analisi SEO on page.
  • Studio dei link in entrata o backlink.
  • Ecc.

Inoltre, puoi anche usarlo per effettuare una keyword research, studiare la tua concorrenza, ecc.

 👉 Scegli i tuoi strumenti preferiti e porta il tuo negozio online in cima ai risultati di Google

Infine, ecco alcuni post che possono esserti utili per approfondire la tematica SEO:

Inizia subito! 😉