Come la SEO Audit può far migliorare il posizionamento dei siti eCommerce nel 2021

Il settore dell’eCommerce sta crescendo rapidamente. Tante aziende hanno cambiato il loro modo di fare business, cercando ormai di vendere prodotti o offrire servizi online. Un sito eCommerce è fonte fondamentale di conversioni e ti garantisce il successo: produce traffico, garantisce un customer journey regolare e aumenta le tue entrate.

Costruire un buon sito eCommerce significa realizzare ottime performance a lungo termine, rispondendo alle aspettative dei clienti. Per entrare nel mercato devi avere una buona strategia marketing, basata su una conoscenza approfondita del settore che ti interessa, e una buona pratica della SEO. Ricorda che l’ottimizzazione per i motori di ricerca per l’eCommerce ti permette di aumentare il traffico e ti aiuta a raggiungere meglio il tuo pubblico target. 

I fattori di ranking e gli algoritmi dei motori di ricerca cambiano continuamente. Per non perderti alcuna modifica o aggiornamento importante, per non trascurare i dettagli dell’ottimizzazione o i punti deboli del tuo sito di eCommerce, dovresti eseguire regolarmente un audit SEO. Questa pratica perfeziona i parametri fondamentali della tua piattaforma digitale (performance online e salute del sito).

Un audit SEO del sito nel contesto di un progetto di eCommerce implica una serie di processi di monitoraggio, di analisi delle caratteristiche e dà suggerimenti di ottimizzazione per migliorare le tue performance online. L’identificazione dei problemi della SEO (ad esempio, il traffico organico, la visibilità del sito e il link building) avviene attraverso una serie di fasi diverse dell’audit:

  • Tecnica;
  • On-page;
  • Off-page;
  • Esperienza utente.   

Solo un approccio onnicomprensivo al processo di audit può garantire una vera revisione del tuo sito eCommerce.  Tieni presente che la SEO audit è essenziale per l’eCommerce perchè è una risonanza del traffico organico del tuo business. Secondo Smart Insights, il numero maggiore di conversioni non avviene grazie ai referral o dal traffico a pagamento, quanto piuttosto da quello organico. Grazie all’aiuto di una pratica efficace di audit del sito, potrai personalizzare la tua strategia di marketing e potrai liberarti da elementi che penalizzano il tuo sito (parti di contenuto mancanti, errori tecnici e altro). 

👉 Audit SEO per un ranking eCommerce migliore: check list per il 2021

Per eseguire un audit SEO on-page, off-page, per valutare l’esperienza utente e svolgere un audit SEO tecnico, è necessario scegliere gli strumenti giusti. In questo modo verranno identificati tutti i  problemi richiesti nell’ambito della SEO. Tieni presente che il processo di auditing è il contributo più importante che ci possa essere per migliorare le prestazioni del sito Web e aumentare il traffico organico. Il punto finale della SEO audit è un elenco di linee guida di una strategia di ottimizzazione per i motori di ricerca per ottenere la miglior campagna marketing digitale.

La checklist per il 2021 della SEO audit dei siti eCommerce include questi fondamentali step:

  1. Audit SEO tecnico per l’eCommerce
  2. Audit SEO on-page per l’eCommerce
  3. Audit SEO off-page per l’eCommerce
  4. Audit dell’esperienza utente eCommerce

Per iniziare uno qualsiasi di questi step di audit è necessario decidere che strumento usare per rendere veloce il processo e ottenere risultati più precisi.

👉 Strumenti per la SEO Audit

Gli strumenti SEO semplificano tanto un’ampia gamma di azioni da svolgere quotidianamente come la ricerca analitica e gli aggiornamenti che riguardano la performance online di un sito. I controlli on-page, off-page, e alcuni parametri tecnici diventano fondamentalmente automatici. Puoi personalizzare la tua strategia SEO e la tua campagna di digital marketing con l’aiuto dei risultati dell’analisi eseguita dagli strumenti SEO.

Per trovare lo strumento più adatto per il monitoraggio delle prestazioni del tuo negozio online (incluse le azioni di routine dell’audit del sito), è necessario tenere presente quali punti chiave ti interessano: analisi delle parole chiave, monitoraggio dei backlink, on-page checker, ecc.). 

Per eseguire gli step base o un controllo più profondo, si consiglia di prendere in considerazione i 3 migliori strumenti SEO del 2021:

  • Lo strumento SEO chiave di Google, la Google Search Console, è di grande aiuto per migliorare le performance di un sito web. Fornisce approfondimenti sulle pagine indicizzate, le query di ricerca e altri parametri importanti per comprendere il tuo posizionamento. Fornisce report su Performance, Coperture e Miglioramenti per monitorare diverse metriche e risolvere problemi di scansione, errori tecnici, ecc.
  • La piattaforma SEO omnicomprensiva SE Ranking ha tante funzioni per monitorare, analizzare, e confrontare le tue performance SEO e quelle dei tuoi concorrenti, secondo diversi parametri sia on-page, che off-page. Un sito di eCommerce può essere controllato in modo completo perché SE Ranking controlla simultaneamente tutti i fattori in gioco  (parole chiave, problemi tecnici e di contenuto, usability del sito, backlinks, ecc.). Tra le varie funzionalità offerte da tenere in considerazione sono il rank checker, l’analisi delle parole chiave, l’audit del sito on-page e il backlink checker. Grazie alle ampie funzionalità dei suoi strumenti e alla possibilità di reporting dettagliato,  SE Ranking è tra i migliori strumenti per l’audit eCommerce.  
  • Screaming Frog è lo strumento online usato per monitorare e analizzare i problemi tecnici di un sito. Questo servizio di audit SEO funziona come un crawler e riferisce quali punti deboli ci sono da un punto di vista tecnico come: link interrotti, metadati duplicati,… È possibile esportare URL, struttura del sito e dettagli delle immagini insieme ad altre informazioni. 
  • Inoltre, c’è un altro strumento, Google’s Structured Testing Tool – il vecchio servizio di audit SEO fornito da Google che è stato sostituito da strumenti alternativi: Rich Results Test e Schema Markup Validator. Le funzionalità sono le stesse, l’idea è quella di analizzare il markup dei dati del sito eCommerce. L’elenco degli errori e degli avvertimenti verrà presentato in un report dopo l’analisi. 

👉 Audit SEO tecnico per l’eCommerce

Per i siti eCommerce, è fondamentale venire scansionati e indicizzati dai robots dei motori di ricerca. I siti si posizionano meglio se i parametri per l’indicizzazione e la scansione sono corretti. Questo è il motivo per cui una SEO audit è impossibile senza controllare la struttura del sito e dei link, i reindirizzamenti, la presenza dli errori del server con l’aiuto di strumenti speciali (simulatori). 

👉 Indexability & Crawlability

Assicurati che il tuo sito eCommerce sia accessibile ai search bots, in modo che lo possano scansionare e indicizzare con facilità. A questo scopo, devi diagnosticare i seguenti problemi tecnici:

  • Crawlability (Robots.txt e XML Sitemap);
  • Indexability (Duplicazione pagine & Tag Canonical, Velocità di caricamento della pagina, Link interni, reindirizzamenti & errori del server). 

Gli aspetti principali che contano quando si parla di accessibilità del sito sono:

  • Struttura del sito –  per esempio, se il tuo sito di eCommerce contiene pagine in primo piano senza link in entrata o  in uscita, i crawler dei motori di ricerca potranno accedervi con difficoltà.  Un audit SEO tecnico rileva questo problema e segnala gli errori o le imperfezioni riguardo la struttura del sito.
  • Struttura interna dei link – una struttura troppo semplice è dannosa per i siti eCommerce perchè i crawlers possono perdersi contenuti importanti. L’audit viene usato per migliorare la struttura dei link interni e facilitare i robot nel trovare gli elementi importanti del contenuto (anche i contenuti più in profondità nella struttura del sito).
  • Reindirizzamenti scadenti ed errori del server – il processo di auditing ti aiuta a trovare reindirizzamenti di pagine non funzionanti che possono penalizzare crawlability e indexability. Inoltre possono rilevare errori del server. Risolvendo questi problemi faciliti l’accesso al tuo eCommerce per i crawler.

In sintesi, monitorare e analizzare i problemi tecnici che possono penalizzare la crawlability e indexability di un sito eCommerce è il primo step della tua audit SEO.  Tieni presente che l’accessibilità del tuo sito non è garanzia di una posizione in cima alla SERP, ma permette al tuo sito di venire scansionato e indicizzato correttamente.Problemi con la scansione e l’indicizzazione impediscono un posizionamento preciso del sito eCommerce. Inoltre, durante l’audit vengono rilevati script non supportati e restrizioni di scansione. È invece importante rendere il tuo sito facile da indicizzare.

✅ Crawlability: Robots.txt e XML Sitemap

L’audit SEO tecnico ispeziona il file Robots.txt di un sito eCommerce e le sue impostazioni. Ad esempio, puoi impedire ai robots dei motori di ricerca di scansionare o indicizzare alcune pagine: delle pagine con carrello, preferiti o pagine di test che non hanno contenuto rilevante. L’audit trova le pagine che hanno un attributo “Disallow” e questo significa che i crawlers non hanno accesso a queste sezioni del sito eCommerce e non lo devono tenere in considerazione per le classifiche. A volte le pagine principali possono finire sotto il blocco Robots.txt:

Disallow: */our-services/*

Risolvendo questo problema tecnico,  ti libererai da una serie di problemi tecnici e punti deboli nello scheletro del tuo sito che potrebbero rovinare la tua strategia di marketing, le tue prestazioni SEO ed essere dannose per il posizionamento nella SERP. Anche la XML Sitemap influenza la crawlability del tuo sito eCommerce. L’audit viene usato innanzitutto per controllare che tu abbia una XML map e per assicurarti che non contenga errori. 

Riportiamo un esempio con il progetto eCommerce Rainstudio. Possiamo osservare che il file include 13 sitemaps. I Robots trovano così più velocemente tutte le informazioni necessarie perché ogni sitemap contiene un elenco separato di pagine. In questo modo il rischio che i crawler non trovino alcune pagine Web importanti è molto inferiore.

✅ Indexability: Pagine duplicate & Tag Canonical

Le pagine duplicate possono danneggiare il tuo posizionamento perchè i robots possono scambiare contenuti simili per spam. L’audit SEO tecnico trova le pagine duplicate nei siti eCommerce. Considera che se per qualche motivo hai bisogno di duplicati sul tuo sito, puoi usare il Tag canonical. In questo modo informerai i crawler che solo una delle pagine web deve essere presa in considerazione per l’indicizzazione e il posizionamento. 

Inoltre, i Tag canonical sono pure oggetto di attenzione per l’audit SEO tecnico: aiutano a risolvere diversi problemi relativi alla duplicazione delle pagine. Puoi anche ottenere suggerimenti su come meglio usare i tag canonical per migliorare il posizionamento del tuo sito eCommerce. 

✅ Indexability: Velocità di caricamento pagina

Un importante elemento tecnico della SEO è la velocità di caricamento della pagina. Oltre a una miglior esperienza utente, migliorare la velocità di caricamento può portarti più in alto in classifica. I motori di ricerca preferiscono infatti siti che si caricano velocemente piuttosto che altri. L’audit può aiutarti a determinare i punti deboli che rallentano la velocità di caricamento della pagina:

  • Problemi che fanno aumentare il peso della pagina
  • Problemi che rallentano il caricamento della pagina
  • Immagini non compresse;
  • Scripts inutilizzati, ecc

✅ Indexability: Link interni

L’audit SEO tecnico  include l’analisi e la correzione dei link interni, inclusi link interrotti e pagine orfane. Inoltre, se l’eCommerce ha troppi link interrotti, questo può danneggiare il link juice flow e il posizionamento. Inoltre, l’audit rileva e informa circa:

  • Pagine con troppi pochi links
  • Catene dirette profonde 

👉SEO Audit On-Page per l’eCommerce 

Un audit SEO on-page richiede un approccio omnicomprensivo al processo analitico. Sulla base dei risultati della ricerca delle parole chiave, dei controlli dei metadati e di altre analisi, dei suggerimenti per l’ottimizzazione vengono suggeriti al proprietario del sito eCommerce.

✅ Ricerca parole chiave

Questa è un’indagine fondamentale che dovresti intraprendere per svolgere una campagna SEO di successo. Con una scelta di parole chiavi rilevanti non solo riuscirai a raggiungere in modo più\ mirato il pubblico ma riuscirai anche a migliorare il tuo posizionamento nelle classifiche. Utilizza uno strumento di ricerca (in alternativa vengono utilizzati plug-in WordPress eCommerce speciali per la SEO) per trovare le migliori parole chiave per l’ambito particolare del tuo eCommerce. Analizza il volume di ricerca, la competizione e altri parametri per creare un buon elenco di parole chiave.

Guarda la tabella disponibile nello strumento di ricerca parole chiave SE Ranking. Inserendo più parole chiave target è possibile analizzare più parametri contemporaneamente:

  • Volume di ricerca
  • Difficoltà parole chiave
  • CPC (cost per click)
  • Concorrenza

Con l’aiuto della ricerca delle parole chiave, chi è protagonista dell’eCommerce potrà determinare le parole chiave long-tail più efficaci e più pertinenti all’user intents. I motori di ricerca si faranno più velocemente un’idea del tuo sito. In questo modo il sito di eCommerce può posizionarsi più in alto e aspettarsi SERP più alte. Tieni presente che la ricerca delle parole chiave deve avvenire regolarmente per garantire approfondimenti sempre attuali basati sulle query di ricerca, sulle tendenze dei concorrenti e sullo user intent.

✅ Ottimizzazione di Titolo & Descrizione

Gli elementi chiave HTML di un sito eCommerce sono i titoli e le descrizioni. Quando un sito viene scansionato dai crawler dei motori di ricerca, questi ultimi controllano in profondità i metadata, come titolo e descrizione. Questo è il motivo per cui questi elementi HTML devono essere ottimizzati. Per ottimizzazione si intende sempre aggiungere le parole chiave target per attrarre utenti e aiutare i robot a scansionare correttamente le pagine.

Per esempio, i siti Karen Millen e New Look dimostrano come sia facile mettere in vista il proprio brand e rispondere alla query di ricerca “vestiti per l’autunno”  con i loro tag del titolo molto accattivanti. 

Quando si parla di ottimizzazione, è importante sottolineare che per ottimizzare è necessario un approccio improntato alle parole chiave e alla brevità con un accento deciso ai potenziali (incentivi, sconti o promozioni) di un certo progetto eCommerce. Le frasi chiave utilizzate nella meta descrizione che sono simili alla query di ricerca verranno evidenziate in grassetto.

Guarda bene questi esempi di descrizioni di Keren Millen e New Look. Mentre il primo sito eCommerce cattura gli utenti con la on-trend fashion 2021, il secondo sottolinea le opzioni di consegna gratuita.

✅ Ottimizzazione dei Tag H1 e H2

Gli Heading, in particolare H1, sono importanti per il posizionamento tanto quando titolo e descrizione in un sito eCommerce. Tuttavia, l’audit on-page prende in considerazione gli Headings H1 e H2 per dare suggerimenti su come migliorare l’ottimizzazione. Innanzitutto, i tuoi headings devono corrispondere ai contenuti e all’idea dei tuoi contenuti. In questo modo i motori di ricerca capiranno di cosa parla la tua pagina e il tuo sito verrà proposto per le query di ricerca più importanti.

Inoltre, un audit SEO on-page propone di rendere le headings uniche, rilevanti e ricche di parole chiave. Si consiglia inoltre di usare parole chiave diverse nel titolo e nell’H1 per fornire maggiori informazioni riguardo il tuo sito ai robots dei motori di ricerca. Fai attenzione che i siti di eCommerce devono prestare attenzione all’ottimizzazione del prodotto e delle pagine dei prodotti e delle categorie in cui gli headings sono gli articoli del catalogo o le sezioni dei prodotti venduti online.

Ad esempio, il brand Boohoo ha un H1 ottimizzato per il prodotto “Premium Satin Cropped Blazer”. Questo heading viene scansionato bene dai crawlers, e così la pagina viene proposta in risposta a diverse query contemporaneamente:

  1. Premium blazer
  2. Satin blazer
  3. Cropped blazer
  4. Premium satin blazer
  5. Premium satin cropped blazer, ecc

👉 Audit dei contenuti

Il contenuto è la base di qualsiasi campagna SEO. Testi e immagini insufficienti, irrilevanti, scadenti danneggiano l’esperienza utente e anche il posizionamento sui motori di ricerca. Quasi tutti gli elementi HTML citati sopra hanno lo scopo di essere una buona cornice e il “contesto” del tuo contenuto. L’audit SEO on-page si basa sulla verifica dei contenuti dal punto di vista della loro unicità, ottimizzazione per i motori di ricerca, e E-A-T (acronimo di competenza, autorevolezza, ed attendibilità).

Tutte queste caratteristiche sono decisive per le SERP. Questo è il motivo per cui l’ottimizzazione deve avvenire insieme al rispetto di un alto standard dell’approccio E-A-T. Inoltre, se parliamo di un articolo di un blog di eCommerce, questo dovrebbe soddisfare i seguenti criteri:

  • Essere legato al tema ed essere interessante/importante
  • Includere parole chiave rilevanti (basandosi sulla ricerca parole chiave)
  • Essere unico (utilizzare strumenti anti plagio insieme a servizi gratuiti di Audit SEO)
  • Essere formativo e risultare utile ai lettori

Ad esempio, il sito di eCommerce Elite World, specializzato nella prenotazione diretta online, propone un articolo di un esperto riguardo gli abiti da cerimonia per l’autunno. Il sito entra nella TOP 10 nei risultati di ricerca per la query “autumn outfit”. Nonostante questo tema non sia strettamente l’ambito della loro specializzazione ma il contenuto rispecchia i criteri E-A-T, è unico e ottimizzato dal punto di vista delle parole chiave.

✅ Testo alternativo

Fai attenzione che anche le immagini del tuo sito dovranno essere ottimizzate. L’audit on-page include la verifica della disponibilità di testo alternativo per tutti i contenuti grafici sul sito eCommerce. Se non metti tutti gli attributi corretti sulle immagini della pagina (soprattutto le principali), i bots dei motori di ricerca potrebbero perdersi delle immagini. La miglior pratica per i testi alternativi è quella di aggiungere parole chiave all’attributo alt per aiutare i crawler a comprendere il contenuto.

L’audit mostra delle immagini che non contengono testo alternativo. Il report potrà suggerire di aggiungere testo alla descrizione delle tue immagini. Nota che se il tuo negozio online ha numerosi cataloghi con immagini ad alta definizione, questi non possono essere riconosciuti dai motori di ricerca senza ALTs. Sicuramente danneggerà il tuo posizionamento se almeno l’80% dei contenuti di un sito di eCommerce è formato da immagini.

Secondo la Pragm research, a volte le immagini danno migliori risultati nei risultati di ricerca anche più delle pagine del prodotto. Questo significa che i piccoli brands possono migliorare la loro strategia SEO e scalare le SERP con l’aiuto di testo alternativo e di immagini di buona qualità.

👉 Audit SEO Off-Page per eCommerce 

Gli indicatori più forti per il tuo sito eCommerce sono ancora i backlinks. I motori di ricerca vedono se il tuo sito è collegato ad altre fonti (recensioni dei clienti, forum, articoli di blog). Questo non è solo un segno di affidabilità, ma anche un potente segnale di posizionamento. Per questo motivo un Audit SEO Off-Page include un’analisi profonda dei link dofollow e  nofollow. 

In questo modo otterrai un profilo backlink preciso del tuo sito grazie al quale potrai costruire una strategia di link-building. Per esempio, molti brand hanno recensioni negative e commenti negativi scritti da concorrenti che vogliono rovinare l’autorità del loro business. Questo può danneggiare il posizionamento. Il controllo dei backlink aiuterà a risolvere questo problema – se riesci ad avere un elenco dei link spam puoi aggiungerli al file disavow nella Google Search Console.

Vale la pena ricordare che la Google Search Console offre la possibilità di mettere link come disavow. Questo strumento viene usato per rimuovere link che possono essere dannosi creando un file disavow; questo file deve contenere un elenco dei link e domini che danneggiano il tuo profilo backlink.  

Dopo essere stato creato, il file disavow deve essere caricato. Ci vogliono alcune settimane perchè Google approvi l’elenco dei link e inizi di nuovo un processo di indicizzazione.

Tieni presente che i link dofollow sono più importanti per il posizionamento del tuo sito. I Nofollow possono costruire la tua autorità ma l’attenzione principale durante l’audit SEO sarà posta ai link dofollow. I risultati off-page basati sugli approfondimenti sul backlink ti aiuteranno a creare una strategia di link building ben ponderata insieme a:

  • Guest posting
  • Campagne Social
  • Roundups & interviste

👉 Audit per l’esperienza utente nell’eCommerce

Alcuni parametri tecnici, on-page e off-page hanno davvero un ruolo importante quando si arriva al momento dell’esperienza utente. Tre fattori importanti vengono sempre analizzati quando avviene un audit dell’esperienza utente: navigazione, mobile friendliness, e comportamento utente. I motori di ricerca fanno attenzione all’esperienza utente quando formano le classifiche. Un esempio è l’algoritmo di indicizzazione mobile first di Google. Questo fa vedere perché è necessario eseguire un audit dell’esperienza utente del sito.

✅ Mobile Friendliness

L’audit nel contesto della mobile-friendliness riguarda il design reattivo. Il sito viene controllato per capire se il contenuto viene distribuito in modo adeguato sullo schermo o no.  Un sito eCommerce deve sicuramente essere mobile-friendly. Di anno in anno sempre più persone comprano prodotti o servizi attraverso i loro schermi tascabili. Per questo motivo mobile-friendliness non riguarda solo l’esperienza utente ma anche conversioni e ricavi.  

✅ Navigazione

Tutti vorremmo navigare un sito con facilità fin dalla prima visita. Se il tuo cliente non riscontra problemi con la navigazione sul tuo sito, è perfetto. Per controllare questo parametro dell’esperienza utente, fai attenzione al Core Web Vitals e controlla anche tu la tua piattaforma digitale, potresti trovare alcuni errori che penalizzano la visualizzazione o che non rendono chiara la navigazione.

Per l’eCommerce, è di estrema importanza collegare insieme tutte le pagine. Puoi migliorare la navigazione risolvendo tutti i problemi con le pagine non categorizzate e con quelle pagine che non sono collegate con nessuna sezione del sito. Usa i breadcrumbs per aiutare i tuoi visitatori nella navigazione. 

Guarda lo shop online Macy’s con navigazione ottimizzata. Gli acquirenti possono tornare indietro alla categoria precedentemente visitata (Torna ai risultati + breadcrumbs).

✅ Fattori del comportamento utente

L’esperienza utente dipende dall’interazione dei visitatori con il sito e con le sue pagine. L’audit dell’esperienza utente solitamente analizza 5 parametri che sono considerati i principali fattori di comportamento utente:

  1. Frequenza di rimbalzo – più questo valore è piccolo meglio è. Se la frequenza di rimbalzo supera il 70%, significa che i visitatori lasciano il tuo sito molto velocemente. Devi fare attenzione alle intenzioni dell’utente e agire il prima possibile. 
  2. Tempo di sosta – la metrica che analizza il comportamento degli utenti sul tuo sito (dal momento in cui hanno visualizzato i risultati di ricerca e hanno scelto il tuo sito fino a quando hanno fatto clic per uscire). Se questo periodo è breve, devi risolvere i problemi con l’esperienza utente, l’intento dell’utente e la qualità dei tuoi contenuti.
  3. Tempo impiegato – se confrontato con il tempo di sosta, questa metrica prende in considerazione il numero di interazioni.  L’audit dell’esperienza utente ti aiuterà a determinare il livello di attenzione al tuo sito da parte dei suoi visitatori.
  4. Interazioni– tutte le attività on-site. Tra queste ci sono i clicks, downloads, e altre azioni. I motori di ricerca posizionano bene quei siti eCommerce che mostrano un alto numero di interazioni.  
  5. Profondità di scorrimento – questa metrica determina l’interesse dei visitatori per il sito. Con l’aiuto dell’audit dell’esperienza utente è possibile rilevare i punti deboli nel contenuto o nel design. Inoltre, il report sulla profondità di scorrimento ti aiuterà a trovare il punto ottimale dove posizionare i pulsanti call-to-action.

👉 Conclusione

La SEO audit è importantissima per i siti eCommerce. Rappresenta il modo migliore e più veloce di migliorare il background tecnico on-page, off-page, e i parametri dell’esperienza utente. I risultati dell’audit SEO si traducono in più traffico organico e in un posizionamento nelle classifiche dei motori di ricerca più elevato.

Per semplificare la procedura di controllo delle caratteristiche tecniche, on-page, off-page e dell’esperienza utente (monitoraggio, controllo e reporting), utilizza degli strumenti speciali e segui la nostra checklist. L’audit SEO del sito deve avvenire regolarmente perchè sia il settore dell’eCommerce che gli algoritmi dei motori di ricerca cambiano in continuazione. Inoltre, devi sempre guardare le intenzioni degli utenti in modo da non danneggiare l’esperienza utente, i risultati di ricerca e quindi il tuo posizionamento.