Mega-guida sui lead magnet per e-commerce: 7 idee originali + strumenti per creare il tuo (e riempire la tua mailing list)


CONTENUTI


Quante persone accedono ogni giorno al tuo negozio online?

100? 1.000? 10.000?

Ma quante sono quelle che finiscono per acquistare?

Ci ostiniamo sempre a guardare il numero di visite, senza pensare che, se gli utenti entrano e se ne vanno senza lasciare traccia… stai buttando i soldi che investi nella loro acquisizione.

Per questo motivo, dovrai invogliare i visitatori a lasciarti il proprio indirizzo email per mantenere i contatti (e per vendere, naturalmente).

Ma… come fare a convincerli?

Con un lead magnet.

Per questo motivo, in questo post ti spieghiamo cos’è un lead magnet e quanti tipi ne esistono (e come puoi fare per creare il tuo).

Non vedi l’ora che la tua mailing list si riempia di clienti potenziali? 😉

👉 Cos’è un lead magnet e perché devi inserirne uno nel tuo e-commerce?

Dice la definizione:

Nel marketing digitale, un lead magnet è un servizio o prodotto di valore e utile per l’utente, che viene offerto gratuitamente in cambio dei suoi dati di contatto, al fine di creare un’opportunità di vendita.

Come vedi, non si tratta solo di ottenere l’indirizzo email di un nuovo iscritto.

Si tratta piuttosto dell’inizio di una strategia di marketing che ti aiuta a vendere di più e meglio, poiché trasforma un visitatore in un iscritto. O, meglio ancora, in un potenziale cliente.

Ricordi quando parlavamo degli imbuti di vendita?

Un funnel è il percorso seguito da un utente che visita per la prima volta il tuo negozio fino al momento dell’acquisto.

Il lead magnet sarà l’amo di cui hai bisogno per attrarre i tuoi visitatori e “spingerli” verso l’imbuto di vendita.

Ma, attenzione, non si tratta di regalare contenuti “tanto per dire”.

I contenuti del lead magnet devono essere correlati al prodotto o al servizio dell’e-commerce ed essere davvero utili per il tuo target di riferimento.

Ecco un esempio.

Se nel tuo negozio online vendi abbigliamento sportivo e il tuo lead magnet è un codice sconto per una cena in un ristorante, forse acquisirai iscritti alla mailing list, ma non acquirenti.

Perché?

Perché si iscriveranno attratti dal premio della cena, ma non dal tuo prodotto (che è l’abbigliamento sportivo).

✅ Vantaggi di un lead magnet accattivante nel tuo negozio online

Come abbiamo già spiegato sopra, il vantaggio principale di un lead magnet è che ti consente di aumentare il tuo elenco di potenziali clienti.

I tuoi iscritti non sono altro che persone con cui hai l’opportunità di intavolare una “conversazione” e, così, poter vendere tramite email.

Ma, inoltre, un lead magnet:

  1. È semplice ed economico da implementare.
  2. Incrementa la fiducia dell’utente perché fornisce contenuti di valore.
  3. Ti aiuta a posizionarti come un esperto del tuo settore.

Come vedi, creare questa calamita per lead è molto interessante ma… la grande domanda è: quale lead magnet posso offrire sul mio sito?

Vediamolo insieme.

👉 Tipi di lead magnet che funzionano negli e-commerce (perché non bisogna sempre offrire il classico sconto)

Offrire uno sconto in cambio dell’iscrizione alla mailing list è il lead magnet più usato negli e-commerce e tende a funzionare molto bene.

Molti marchi lo fanno con buoni risultati, offrendo una percentuale di sconto, o uno sconto fisso, come fa Shein.

ejemplo-de-lead-magnet

Ma l’obiettivo di questo articolo è darti altre idee di lead magnet:

  • Originali.
  • Diverse dal solito.
  • In grado di spingere gli utenti verso un imbuto di vendite per migliorare il tuo tasso di conversione.

Vediamole insieme.

✅ 1. Offri una prova gratuita

Una delle maggiori obiezioni all’acquisto da parte degli acquirenti online è che non conoscono l’articolo, né possono provarlo fisicamente. La soluzione è, pertanto, molto semplice: fai provare loro il tuo prodotto.

È quello che facciamo noi di Doofinder. 😉

Oltre ad altri lead magnet (come la nostra guida per aumentare le vendite del tuo negozio online), puoi provare gratuitamente il nostro motore di ricerca per 30 giorni.

Ti viene in mente un’idea migliore per conoscere un prodotto?Se hai ancora dei dubbi sull’efficacia di “regalare” qualcosa, chiediti quanti clienti ha mantenuto Netflix dopo il mese di prova… 😉

✅ 2. Proponi un test accattivante

Esistono migliaia di test su internet per scoprire quale personaggio cinematografico sei, o chi eri nella tua vita passata, ad esempio.

E molti li fanno senza pensare, solo perché “è divertente”!

E li condividono nei propri profili social, il che ne moltiplica la portata organica.

La conclusione è chiara: gli internauti adorano rispondere ai sondaggi divertenti online.

Per cui non ti resta che cercare un argomento in linea con il tuo target di riferimento e i tuoi prodotti e creare un questionario il cui risultato sarà inviato per email. Se le tue domande sono in sintonia con il tuo buyer persona, la mailing list inizierà ad aumentare irrimediabilmente.

Ecco la strategia messa in atto dai grandi magazzini spagnoli El Corte Inglés per la Festa della Mamma:

Ejemplo de test como Lead Magnet-

Un test per scoprire com’è tua madre e un pensierino per lei in vista della Festa della Mamma in Spagna.

Chi direbbe di no?

➡️ Trucco extra

Se lo fai pensando in modo strategico, puoi creare un test divertente, ma che ti serva allo stesso tempo a segmentare la mailing list. 😉

✅ 3. Apri un gruppo esclusivo o lancia una sfida

L’accesso a un gruppo esclusivo nei tuoi canali social funziona molto bene come lead magnet perché crea:

  • Esclusività.
  • Senso di appartenenza.
  • Partecipazione.

Attualmente vanno di moda le sfide online tipo “21 giorni” (che dovrebbe essere l’arco di tempo necessario per adottare un’abitudine), puoi organizzare l’evento creando un gruppo Facebook in cui proporre ai membri un’attività al giorno.

Naturalmente, dovrà essere una sfida (e un’attività) correlata agli articoli che vendi nel tuo negozio.

  • Vendi sistemi per organizzare gli armadi?  Crea una sfida per ordinarli con il metodo Marie Kondo.
  • Il tuo negozio online vende libri cartacei? Apri un gruppo di lettura in cui leggere insieme una delle opere che hai in vendita.

Non si tratta di preparare un evento carissimo e molto complesso. Al contrario, gli utenti apprezzano una certa naturalità e semplicità nel loro rapporto con un marchio.

Con le sfide, non solo capterai il loro indirizzo email, ma creerai engagement e fidelizzazione nei confronti della tua azienda e del tuo marchio, creando una community con i tuoi utenti.

Ad esempio, il sito How I Learned Code offre corsi extra-scolastici di formazione online e presenziale di programmazione e nuove tecnologie per bambini.

Ha creato un progetto educativo basato su un corso online di elettronica digitale che spiega i concetti di base dell’argomento collegandoli all’universo Minecraft.

Lead magnet reto gratuito

Per partecipare alla sfida #CraftByMe, l’utente dovrà compilare un modulo che gli darà accesso a tutti i contenuti della sfida.

Perfettamente in linea con il target di riferimento e con le sfide quotidiane per aumentare la partecipazione. Ottimo!

➡️ Altri post che potrebbero interessarti sull’argomento

La strategia per ottenere follower su Facebook e aumentare la portata delle tue pubblicazioni.

Cosa sono i programmi di fidelizzazione o come far sì che un cliente continui ad acquistare nel tuo e-commerce.

✅ 4. Organiza cursos presenciales o por eOrganizza corsi presenziali o per email

Se conosci con esattezza quali sono i punti dolenti del tuo cliente, potresti offrirgli un corso per email in grado di risolvere il suo problema.

Ancora una volta, il corso dovrà essere in linea con il catalogo del tuo negozio.

Ad esempio, se vendi batterie di pentole, puoi creare un corso di cucina in cui invii ricette per una settimana elaborate con le pentole che vendi.Un’altra alternativa è creare corsi presenziali, come fanno i produttori di pentole AMC, che organizzano lezioni di cucina con i loro articoli.

Lead magnet original para e commerce curso Doofinder

Questi corsi, inoltre, ti possono aiutare a ottenere riprova sociale, un altro strumento molto utile per incrementare le vendite.

✅ 5. Gioca con il tuo cliente, ma fai sul serio

Hai mai sentito parlare di gamification?

Si tratta di una strategia di marketing online che sfrutta capacità di gioco per incentivare gli utenti a mettere in atto un determinato comportamento.

Ad esempio, commenti, interazioni, pubblicazioni… l’obiettivo è far divertire l’utente e invogliarlo a interagire con il marchio.

Royal Canin, un produttore di cibo per cani e gatti, ha avviato un programma di gamification chiamato Club Royal Game in cui i partecipanti guadagnavano punti ogni volta che giocavano e condividevano contenuti del marchio sui propri social, mentre imparavano a prendersi cura dei propri animali domestici.

Lo spiegano in questo video i responsabili della campagna:

Il risultato è una prova inconfutabile: 8.000 utenti iscritti in 2 mesi di campagna.

✅ 6. Usa il tuo catalogo come esca

Book on a tree è una casa editrice che crea e vende libri illustrati per bambini e ragazzi.

Ogni stagione presenta il nuovo catalogo e lo mette a disposizione dei propri follower che decidono di iscriversi alla mailing list.

Ejempo de Lead Magnet Catalogo

Se usi questa idea, non dimenticarti di posizionare un call to action per l’acquisto diretto nel catalogo, per rendere l’acquisto il più semplice possibile per il cliente.

✅ 7. Crea un calendario con date o attività importanti nel tuo settore

Si tratta di una risorsa semplice, accattivante e molto apprezzata dal pubblico.

Ad esempio, se il tuo sito è dedicato al fitness, puoi seguire l’esempio di Blogilates e attivare un link sul tuo sito per scaricare un calendario mensile di esercizi, affinché l’utente non debba neanche fermarsi a riflettere.

Ejemplo de Lead Magnet para e-commerce

Inoltre, con questo lead magnet fai un salto verso il mondo offline, perché l’utente dovrà stamparlo per usarlo a casa sua. Ciò significa essere sempre presente nella mente del consumatore!

👉 8 strumenti per creare il lead magnet perfetto

Ti abbiamo già dato delle idee generali per il tuo potenziale lead magnet, ma questa è solo la punta dell’iceberg.

Adesso dovrai metterti all’opera. I prossimi passaggi da seguire sono:

  • Cercare un argomento specifico per il tuo lead magnet.
  • Crearlo.
  • Posizionarlo sul tuo sito web affinché gli utenti inizino a iscriversi.

E, per ciascuno di questi passaggi, ti daremo una serie di strumenti che ti saranno molto utili.

Iniziamo!

✅ A. Strumenti per ottenere argomenti per il tuo lead magnet

Il primo passaggio, in base al tipo di lead magnet che creerai, è trovare un’idea o una tematica specifica che possa sembrare interessante per il tuo target di riferimento.

E come si fa?

Con uno degli strumenti che ti mostriamo di seguito.

➡️ 1. AnswerThePublic

Questo sito ti mostra le ricerche che gli utenti fanno su Google su un determinato argomento.

Ti facciamo un esempio di utilizzo.

Supponiamo che il tuo negozio vende bonsai. Hai deciso di offrire un corso gratuito per email, ma non hai le idee molto chiare sulla tematica da trattare (perché parlare di “Cure per i bonsai” è troppo generico per un corso gratuito).

In questo caso, inseriamo il termine “bonsai” nel motore di ricerca di AnswerThePublic.

Lo strumento ti presenterà una pagina come questa, in cui ci mostra le diverse ricerche correlate ai bonsai.

ecommerce lead magnet

Così su due piedi, con la tematica del nostro negozio online di bonsai e due dei risultati forniti da AnswerThePublic, ci viene in mente un’idea:

  • “Bonsai per principianti”: potremmo creare un corso per email per coloro che vogliono iniziare nel mondo dei bonsai con consigli pratici.
  • “Qual è il miglior tipo di bonsai per principianti”: e se includessimo un’email extra con queste informazioni?

Ci è bastato dare un’occhiata per pensare già a un possibile lead magnet: “Corso pratico per iniziare nel mondo dei bonsai (+ bonus extra con i migliori tipi di bonsai per principianti)”.

Utile, no?

E non abbiamo ancora finito 😉

➡️ 2. Usa strumenti di keyword research

Un’altra alternativa è quella di usare strumenti che ci danno parole chiave.

È un approccio molto simile al precedente. La differenza è che con strumenti di questo tipo fai un passo più in là: non solo ottieni possibili tematiche per il tuo lead magnet, ma saprai anche quante ricerche annoverano.

Se una parola chiave ha un volume di ricerche molto alto, significa che gli utenti sono molto interessati a quell’argomento.

Quindi, per prima cosa, pensa alle parole chiave del tuo settore (i tuoi prodotti, consigli utili per i tuoi clienti, dubbi più comuni…). Poi, inseriscile in strumenti come:

Anche se esistono moltissimi altri strumenti per l’analisi delle parole chiave, questi due sono più che sufficienti per iniziare a trovare idee.

➡️ 3. Le statistiche del tuo e-commerce sono una miniera d’oro

Nessuno conosce i tuoi utenti meglio di te…

…o, per dirla meglio, di Google Search Console.

Si tratta di uno strumento di analisi web di Google che ti offre report molto dettagliati sulle parole chiave che generano visite al tuo negozio. 

Torniamo all’esempio del negozio di bonsai per capirlo meglio.

Immagina di entrare in Search Console e di scoprire che la maggior parte degli utenti che arrivano nel tuo e-commerce lo fanno dopo aver cercato su Google “bonsai olivo”.

Questo dato ci indica che si tratta di un argomento interessante per il tuo target di riferimento. E ci dà un’idea per un potenziale lead magnet: un videotutorial o una guida in PDF su “I segreti per prendersi cura di un bonsai di olivo”.

Ma non è finita qui.

Potrai basarti anche su dati come:

  • Le schede prodotto con più visualizzazioni: per creare un contenuto speciale correlato a questi prodotti. Puoi estrarre questi dati da uno strumento come Google Analytics.
  • I post più letti del tuo blog: puoi raggruppare questi post in una guida o un manuale e offrirlo come lead magnet.
  • I prodotti più cercati nel tuo motore di ricerca interno: una funzionalità molto utile dei motori di ricerca avanzati come quello di Doofinder è che mostrano anche statistiche di questo tipo.

Come vedi, hai moltissime fonti da cui estrapolare tematiche per il lead magnet.

✅ B. Strumenti per la creazione del lead magnet

Hai già pensato a un’idea specifica per il lead magnet.

È arrivato il momento di dargli forma e renderlo accattivante per l’utente finale. E qui, anche se gli strumenti a disposizione sono centinaia, noi abbiamo selezionato i 3 più popolari e più semplici da usare.

Vediamoli insieme.

➡️ 4. Canva

Questo strumento offre una versione gratuita abbastanza completa ed è ideale per creare grafiche professionali e curate per praticamente qualsiasi tipo di lead magnet.

Ecco alcuni esempi di design grafici che puoi creare con Canva:

  • Buoni omaggio
  • Video
  • Fogli di calcolo (per lead magnet in stile schema di esercizi fitness di cui abbiamo parlato prima).
  • Ebook o guide
  • Calendari
  • Ecc.

Dai un’occhiata al sito e analizza le alternative a tua disposizione su Canva. Chi lo sa, magari cercando tra gli esempi ti viene l’ispirazione. 😉

➡️ 5. Beacon

Beacon è uno degli strumenti gratuiti più famosi per creare lead magnet.

La piattaforma è inoltre molto semplice da usare e ti offre la possibilità di creare partendo da zero o di selezionare una delle opzioni predeterminate.

La sua proposta di valore è abbastanza chiara: “non hai bisogno di affidarti a un designer per creare un lead magnet di impatto”.

Ti consente anche di creare content upgrade.

Ciò significa trasformare un post del tuo blog in un documento scaricabile che puoi offrire agli utenti che indicano il loro indirizzo email.

Ad esempio, se nel tuo blog esiste un contenuto tipo “5 ricette di frullati rinfrescanti e sani per l’estate”, alla fine del post stesso puoi offrire all’utente la possibilità di scaricarlo in PDF così da poter stampare le ricette e averle sempre a portata di mano.

Oppure, puoi integrare il contenuto del post.

Ad esempio, creando una “lista della spesa scaricabile” con una checklist con tutti gli ingredienti necessari per preparare le ricette.Nota: se stai pensando che offrire una checklist è un’idea troppo banale, devi sapere che Brian Dean (l’arcifamoso guru del SEO) ha ottenuto un aumento delle conversioni del 785% grazie a una checklist. 😉

➡️ 6. Designrr

Designrr è un’altra alternativa per creare lead magnet in formato ebook.

Designrr ti consente anche trasformare in lead magnet i post del tuo blog o i tuoi file Word. Offre anche altre funzionalità, come trascrivere l’audio di un podcast o di un video e trasformarlo in un documento scaricabile.

Tuttavia, diversamente dalle precedenti, questa applicazione è a pagamento. Ma, date le sue diverse funzionalità, ci è sembrato uno strumento interessante e da consigliare.

Per farti un’idea di come funziona, ti lasciamo questo videotutorial del loro canale YouTube:

✅ C. Strumenti per iniziare a captare lead

È arrivato il momento.

Il tuo lead magnet è pronto e bisogna iniziare a offrirlo al tuo pubblico in cambio del loro indirizzo email.

Per farlo, abbiamo bisogno di strumenti specifici come quelli che ti indichiamo di seguito.

➡️ 7. Sumo

Questo strumento ci consente di creare un pop-up per offrire il lead magnet agli utenti che indicheranno il loro indirizzo email.

Più o meno così.

lead magnet ecommerce

Questo è solo un esempio, ma Sumo ti consente di scegliere tra svariati formati di pop-up, tra cui:

  • Una finestra a schermo intero.
  • Un riquadro integrato nella grafica stessa del sito (come le classiche finestre di iscrizione che vengono spesso mostrate alla fine di un post).
  • Un modulo emergente visualizzato nell’angolo in basso a destra quando l’utente scorre verso il basso (meno intrusivo per l’utente).

Inoltre, puoi decidere se la finestra pop-up include un modulo di iscrizione o solo un call to action che reindirizza gli utenti a una pagina di iscrizione (come nell’esempio dell’immagine).Ti consigliamo di dare un’occhiata a questi esempi per vedere tutte le alternative a tua disposizione.

➡️ 8. Thrive Leads e Thrive Architect

Questi due plugin a pagamento appartengono a un insieme di strumenti conosciuto come Thrive Suite.

Cosa ti consentono di fare?

  • Thrive leads: è lo strumento per la creazione di moduli. Offre molte opzioni di personalizzazione molto simili a quelle di Sumo. Fai clic qui per maggiori informazioni.
  • Thrive Arquitect: questo plugin ti servirà per creare la squeeze page per il tuo lead magnet (un tipo speciale di landing page la cui missione è ottenere l’indirizzo di posta elettronica di una persona).

Con questi due strumenti nel tuo arsenale, la tua mailing list crescerà all’infinito. 😉

✅ EXTRA: Active Campaign per gestire la tua mailing list

E non finisce qui.

Per finire, abbiamo bisogno di uno strumento in grado di raccogliere tutti gli indirizzi email in un elenco e di segmentarli.

In questo modo, potremo applicare diverse strategie che spingeranno l’utente lungo l’imbuto di vendita (per raggiungere l’obiettivo di cui parlavamo all’inizio del post: trasformarlo in cliente).

Active Campaign può aiutarti, poiché ti consentirà di:

  • Configurare sequenze automatiche di email: cioè, creare un autoresponder che invierà automaticamente una sequenza di email quando un utente si iscrive. Ad esempio, un’email di benvenuto non appena si iscrive, un’altra email un paio di giorni dopo, contenente i tuoi prodotti di punta, e poi un’altra con uno sconto per incitare l’utente a effettuare il suo primo acquisto.
  • Tenere un lead scoring: tecnica che consente di segmentare i tuoi utenti in base alla loro propensione all’acquisto, per inviare contenuti specifici. Se vuoi approfondire questa strategia, fai clic qui.
  • Segmentare i tuoi lead in base agli interessi: per inviare così contenuti personalizzati a ogni iscritto. Ad esempio, se hai un negozio di cibo per animali domestici e hai creato due lead magnet diversi (uno per i proprietari di cani e uno per i proprietari di gatti) potrai segmentare questi utenti e inviare contenuti specifici in base alla categoria.

Questo è tutto per sfruttare al meglio i lead magnet del tuo negozio.

👉 Hai già il lead magnet perfetto per il tuo e-commerce?

È arrivato il momento di iniziare a lavorare per far crescere la tua mailing list grazie al lead magnet.

Ma non vogliamo chiudere questo post senza prima averti svelato un altro trucco: crea un link verso il tuo lead magnet da tutti i post che attraggono più traffico. 

In questo modo, gli utenti potranno iscriversi senza dover accedere al sito dalla homepage. 😉