7 strategie per vendere su Instagram con il tuo negozio online e generare più engagement

Hai un negozio online e stai considerando se iniziare a vendere su Instagram? Non sai se ne vaga la pena o se sarà una perdita di tempo?

Ogni rete sociale ha le sue particolarità e la regina delle foto non fa eccezione.

Ecco perché in questo post spieghiamo i suoi vantaggi e svantaggi e come tu possa usarla per aumentare le vendite del tuo negozio online

Le fotografie vendono?

Scopriamolo.

Perché dovresti vendere su Instagram? Vantaggi e svantaggi

Come abbiamo detto all’inizio, ogni rete sociale ha le sue particolarità. Ecco perché, prima di iniziare a lavorare con Instagram, devi valutare se questo è il miglior canale per raggiungere i tuoi obiettivi o se ce ne sono di migliori.

Ma cominciamo con il lato positivo.

Nº1: crescita travolgente

È un social network che sta avendo una crescita incredibile.  Attualmente ha il doppio degli utenti che aveva solo 2 anni fa. Per darti un’idea delle sue dimensioni ti diremo che ha già superato la barriera dei 500 milioni di persone registrate.

Questo da solo lo rende un social network da prendere in considerazione.

Nº2: quello che darà il maggior engagement al tuo marchio.

Avere followers solo per il gusto di averli è inutile. Se vuoi che l’impatto del tuo negozio cresca, hai bisogno che le persone interagiscano davvero con i tuoi contenuti.

Se si confrontano i tassi di coinvolgimento dei diversi social network, si vedrà che gli instagramers sono molto più impegnati con i marchi rispetto a quelli su Twitter o Facebook.

Questo ti renderà molto più facile far crescere la tua comunità.

Non sai come calcolare l’engagement dei tuoi social network? 

Nª3: umanizzare il marchio

Attraverso foto e video puoi mostrare il tuo lavoro o i tuoi prodotti in modo più informale.

Pensa che i consumatori empatizzano di più con i marchi che vedono più reali.

Che tipo di foto puoi fare? Ecco alcune idee:

  • I tuoi uffici o dintorni.
  • Un video di come imballi il tuo prodotto.
  • Gli strumenti che usi per lavorare.
  • Membri del team.
  • Ecc.

Libera il tuo lato creativo, vedrai come il tuo pubblico ti ringrazierà.

E ora passiamo al lato meno bello di questo social network. Vediamo cosa bisogna prendere in considerazione.

Nº1: versione PC molto limitata

È vero che è un’applicazione che si basa sul caricamento di foto con il cellulare, ma manca di avere più spazio di manovra nella versione desktop.

Nº2: potrebbe non essere sicuro

Tutti i dati che fornisci a Instagram saranno su Internet. Se i loro server venissero attaccati dagli hacker, le tue informazioni rischierebbero di cadere nelle mani sbagliate.

Ecco perché si raccomanda di abilitare l’autenticazione in due passaggi.

Nº3: nessun modo di ordinare le tue foto

Quando l’utente arriva al tuo profilo deve vedere tutte le foto in una volta sola. Sarebbe più pratico e migliorerebbe l’esperienza dell’utente poterli raggruppare tematicamente.

Nº4: molto limitato per derivare traffico al sito web

Forse è la peggiore di tutte. Instagram ti permette di includere solo un link funzionale (quello nella biografia).

Questo limita molto le possibilità che la persona visiti il tuo negozio.

7 consigli per vendere su Instagram

Hai deciso di usare Instagram per vendere i tuoi prodotti? Allora preparati perché ora ti diremo 7 consigli per ottenere il massimo da questo social network.

1. Mostra il tuo prodotto in azione

Tutti sappiamo come fare le foto dei nostri prodotti, ma come abbiamo spiegato in questo post, non basta fare le foto in qualsiasi modo.

Se vuoi che il tuo prodotto si distingua dal resto della concorrenza, fotografalo mentre lo usi.

Fai una prova. Cerca su Google immagini di scarpe da corsa.

I tuoi occhi non vanno più alle foto di persone che corrono o che si allacciano le scarpe da corsa?

Oltre ad essere foto più accattivanti, siamo attratti a vedere l’oggetto in un contesto reale.

2. Racconta una storia con i tuoi articoli

Questo punto è una variazione del precedente. Oltre a mostrare foto che mostrano l’oggetto “in funzione”, puoi far sì che l’ambiente circostante racconti una storia.

Per esempio, immagina di vendere vestiti su Instagram. Prendiamo il caso specifico diun negozio di magliette.

Nella maggior parte dei negozi, vedrai la modella che indossa il capo su uno sfondo bianco.

E se invece la modella fosse apparsa sulla spiaggia con gli amici a fare un falò?

Se la tua buyer persona è in quella fascia d’età e apprezza l’amicizia, questa foto avrà più impatto su di lei perché mostra una situazione idilliaca per lei.

Con questo tipo di foto potrai stabilire un legame emotivo con la persona e avrai più possibilità di fidelizzarla.

3. Usa gli hashtag

Gli hashtag sono parole che accompagniamo con un hashtag (#) per taggare la foto che stiamo caricando.

E questo a cosa serve?

In modo che la gente possa trovare più facilmente i tuoi contenuti (il che porterà a più seguaci e, quindi, a futuri clienti).

Ti diamo diverse regole per usarli correttamente:

  • Cerca quali sono quelli che usano i tuoi concorrenti. Così avrai più opzioni per raggiungere il tuo pubblico di riferimento.
  • Non mettere più di 5 o 10 hashtag. Sembra ridicolo vedere 2 o 3 righe di commenti e poi un intero paragrafo di tag.
  • Metti quelli che ti interessano di più (per esempio, quelli del tuo marchio) nel tuo primo post. Gli hashtag che metti nel 2° saranno nascosti non appena ti lasceranno un commento.

Puoi anche usare strumenti che ti dicono quali sono gli hashtag più popolari per il tuo argomento. Ad esempio, Display Puposes.

4. Rendi lo shopping il più facile possibile

Uno degli handicap di Instagram è che puoi incorporare solo un link al tuo sito web. E, naturalmente, questo rende molto difficile per l’utente accedere rapidamente al prodotto

Ti diamo diversi strumenti in modo da poter risolvere questo problema.

  • Like2Buy: questa applicazione ti permette di creare una landing page speciale con tutti i tuoi prodotti a cui possono accedere dal link nella bio. Da lì, possono comprare tutto quello che vogliono. Marchi come Victoria’s Secret usano questa app.
  • Liketoknowit: ideale per i blogger che vogliono vendere vestiti su Instagram. Se ti registri su questa app, solo se l’utente (deve anche essere registrato) aggiunge un “like” a quella foto riceverà una mail per acquistare il capo.
  • Soldsie: un altro strumento molto interessante per vendere prodotti su Instagram. Con questa app, l’utente dovrà solo lasciare la parola “venduto” e la sua e-mail in un commento. Dopo di che, riceveranno un messaggio in modo che possano finire l’acquisto.

Più facile è la transazione per i tuoi clienti, meglio è. Ogni click in più che devono fare è per loro un’opzione da abbandonare.

5. Esegui concorsi e promozioni

Questo è uno dei modi migliori per dare visibilità al tuo marchio su Instagram e migliorare il livello di coinvolgimento dei clienti.

I passi per creare un buon concorso o promozione sono i seguenti:

  1. Crea un hashtag unico e semplice che identifichi il tuo marchio.
  2. Rendi chiaro qual è il premio.
  3. Spiega bene le regole. Per esempio, è comune chiedere ai tuoi seguaci di caricare foto del prodotto taggato con l’hashtag che hai creato.
  4. Una volta che hai un vincitore, fai un post per congratularti con loro e menziona il loro nome utente.

A tutti piacciono i concorsi, approfittane per guadagnare popolarità.

Hai anche una pagina fan? Allora, leggi questo post su come fare concorsi su Facebook.

6. Se hai un negozio fisico, geolocalizza le tue foto

Se hai un negozio fisico online devi renderlo chiaro. Tieni a mente che molte persone sono ancora esitanti ad acquistare online, quindi sarà più facile per loro decidere se possono vedere il prodotto.

Quando si carica la foto, basta aggiungere la posizione. Ricorda che anche le foto che mostrano il tuo negozio o dove lavori funzionano molto bene.

7. Utilizza le foto dei tuoi prodotti scattate dai tuoi followers.

Internet ha cambiato le regole del gioco quando si tratta di vendere. Le informazioni ora fluiscono senza soluzione di continuità attraverso la rete.

Tuttavia, il consumatore 3.0 ha incluso un nuovo fattore per decidere se comprare o meno: le opinioni di altri utenti.

Vedere come è stata l’esperienza di altri utenti, può trasmettere la fiducia necessaria o fargli scartare completamente l’acquisto. Per questo motivo, molti e-commerce ora usano un sistema di commenti e di valutazioni a stelle.

Incoraggia i tuoi clienti a caricare foto che parlano dei tuoi prodotti con sconti o promozioni speciali. Un’altra buona strategia è quella di incorporare queste foto dei tuoi clienti nelle schede dei prodotti stessi. Questo enfatizzerà la sensazione di “prova sociale”.

Sei pronto per iniziare a vendere su Instagram?

Come hai visto, usare Instagram per vendere i tuoi prodotti può essere interessante nonostante gli inconvenienti della piattaforma.

Senza contare che è un social network che sta crescendo come un matto e che ti permette di avvicinarti agli utenti in modo diverso.

Non sprecare il potere delle foto e inizia a vendere su Instagram!